P_20181028_195142

45206682_10156727146084932_5024557926056984576_nVII Settimana della Cucina Regionale Italiana” – San Paolo del Brasile

Dal 22 al 28 ottobre a San Paolo del Brasile si è svolta la “Settimana della cucina regionale italiana”, la più grande iniziativa gastronomica di un paese e di un governo all’estero; ideata da Gerardo Landulfo (Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia e Delegato dell’Accademia Italiana della Cucina in Brasile) con il patrocinio dell’Agenzia Italiana del Commercio (ITA) e il Ministero degli Affari Esteri d’Italia; promosso da ICIF (Italian Culinary Istitute for Foreigners), Enit (Agenzia Nazionale del Turismo), IIC (Istituto Italiano di Cultura) e ItalCam (Camera di Commercio italo-brasiliana) e con il supporto dell’Ambasciata e Consolato Generale d’Italia a San Paolo.

Creata nel 2012 in Brasile, la Settimana della Cucina Regionale Italiana ha avuto ripercussioni internazionali, dando origine a un festival che si tiene attualmente in più di 100 paesi.

Venti rinomati chef italiani, uno da ciascuna delle regioni italiane, vengono in Brasile e, insieme agli chef di venti importanti ristoranti italiani a San Paolo, preparano un menu speciale con piatti tipici di ogni regione italiana , invitando gli amanti della buona gastronomia a partecipare a una festa unica di colori, trame, aromi e sapori.

A rappresentare la regione Marche, per il terzo anno consecutivo, in seno alla “Settimana della cucina regionale italiana” la nostra chef Barbara Settembri, che in linea con la sua filosofia, si è fatta portavoce della tradizione culinaria all’estero promuovendo con la sua abilità tra i fornelli le specialità della Regione Marche.

45170218_10156727146354932_3125879710584668160_n

La chef Settembri presso il Ristorante Spadaccino (ristorante di San Paolo aderente all’iniziativa) ha proposto un menu classico marchigiano, rivisitato secondo le proprie esigenze creative, che prevedeva piatti come Crescia Fabrianese e Ciauscolo, Sardoncini scottadito, i Passatelli al sugo di pesce, i Furbi con l’abbiti, Semifreddo con Varnelli e Borghetti, Cavallucci e vino di visciole.

 

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

social_email social_facebook social_twitter